Perché è importante la protezione sismica?

La pro­tezione sis­mi­ca delle strut­ture è uno dei prin­ci­pali ambiti di stu­dio dell’ingegneria strut­turale, in par­ti­co­lare nelle aree geogra­fiche ad ele­va­to ris­chio sis­mi­co. L’o­bi­et­ti­vo del­la pro­tezione sis­mi­ca è quel­lo di ridurre al min­i­mo i dan­ni alle costruzioni e, quin­di, sal­vare vite in caso di ter­re­moti; infat­ti è essen­ziale per garan­tire la sicurez­za delle costruzioni, in un paese alta­mente sis­mi­co come l’Italia, in cui nel XX sec­o­lo i ter­re­moti han­no causato 120.000 vit­time, e negli ulti­mi 25 anni sono sta­ti spe­si cir­ca 75 mil­iar­di di euro per il ripristi­no e la ricostruzione post-sisma.

Per alcune tipolo­gie di edi­fi­ci, la pro­tezione sis­mi­ca è un req­ui­si­to indis­pens­abile; questo vale per:

  • strut­ture che con­tengono com­po­nen­ti e mate­ri­ali pericolosi;
  • pon­ti e viadot­ti per vie di comu­ni­cazione di pri­maria importanza;
  • impor­tan­ti edi­fi­ci ospedalieri;
  • strut­ture strate­giche per lo Stato;
  • musei e mon­u­men­ti artistici.

Negli ulti­mi decen­ni all’ap­proc­cio tradizionale, basato sul garan­tire alle strut­ture un’elevata dut­til­ità che con­sen­ta loro di dan­neg­gia­r­si in modo dif­fu­so sen­za crol­lare, si sono affi­an­cate tec­nolo­gie inno­v­a­tive come i sis­te­mi attivi per la pro­tezione sismica.

Cosa sono i sistemi attivi per la protezione sismica?

Sostanzial­mente i sis­te­mi per la pro­tezione sis­mi­ca delle strut­ture si divi­dono in attivi e pas­sivi. I sis­te­mi attivi uti­liz­zano mec­ca­n­is­mi che sono azionati se reg­is­tra­no una scos­sa sis­mi­ca e la cui forza è mod­u­la­ta in base alle accel­er­azioni reg­is­trate. Le tec­nolo­gie di pro­tezione attive usano dis­pos­i­tivi che potrem­mo dire “reagis­cono ai terremoti”.
Questo è il caso degli Active Mass Damper: masse movi­men­tate da brac­ci mec­ca­ni­ci le cui oscil­lazioni sono con­trol­late elet­tron­i­ca­mente, e la cui fre­quen­za è sta­bili­ta in fun­zione delle forze rice­vute, o dei sis­te­mi idrauli­ci il cui liq­ui­do mag­ne­to-resis­ti­vo mod­i­fi­ca le sue carat­ter­is­tiche di vis­cosità in fun­zione degli sti­moli elet­tri­ci inviati da un sis­tema di con­trol­lo centrale.

 

ISAAC ha svilup­pa­to il pri­mo sis­tema atti­vo e intel­li­gente per la pro­tezione sis­mi­ca di edi­fi­ci esisten­ti; questo sis­tema si chia­ma I‑Pro 1. Dopo essere sta­to instal­la­to sul tet­to del fab­bri­ca­to I‑Pro 1 iden­ti­fi­ca in autono­mia la strut­tura, reg­is­tra i movi­men­ti dell’edificio e con­trasta in autono­mia le forze del ter­re­mo­to, evi­tan­do dan­ni alla strut­tura o col­las­si. I tec­ni­ci e gli ingeg­neri di ISAAC sono in gra­do di fornire un’as­sis­ten­za e una con­sulen­za com­ple­ta a prog­et­tisti e imp­rese di costruzione al fine di definire il cor­ret­to ed effi­cace impiego di I‑Pro 1 per la pro­tezione sis­mi­ca dei fabbricati.

Cosa prevede la Legge sulla protezione antisismica?

Il req­ui­si­to di pro­tezione anti­sis­mi­ca è rap­p­re­sen­ta­to dal­la Legge n.64 del 2 feb­braio 1974, con­flui­ta suc­ces­si­va­mente nel Testo Uni­co per l’Edilizia, DPR 380/2001. Le Norme Tec­niche per le Costruzioni (NTC 2018) emanate ai sen­si del­la Legge soprac­i­ta­ta, con­tengono l’insieme delle regole da rispettare per chi intende pro­cedere alla costruzione, riparazione e soprael­e­vazione di edi­fi­ci pre­sen­ti nei comu­ni apparte­nen­ti alle zone clas­sifi­cate come sis­miche sul ter­ri­to­rio nazionale.

null

I‑PRO 1

I‑Pro 1 è la tec­nolo­gia atti­va intel­li­gente per la pro­tezione sis­mi­ca di edi­fi­ci esistenti.

null

CONTATTI

Con­tattaci per mag­giori infor­mazioni sui nos­tri prodotti.